plasturgica


Vai ai contenuti

Menu principale:


AVVISO IMPORTANTE

A seguito dell' evento e inaugurazione dell' ecocompattatore a Roma in Viale Tirreno (Piazza Capri 14 ) , avvisiamo i gentili utenti , che abbiamo ricevuto oltre 2000 post e 1000 mail .

GRAZIE !

invitiamo quindi , per info , ai interessati della zona di Roma a inviare mail direttamente a commerciale20@plasturgica.com . Per urgenze 800-515095









Plasturgica



La nostra è un’azienda giovane e dinamica che, grazie alla sua competenza ed affidabilità, si pone come partner ideale per tutte le imprese che operano nel settore UPCYCLING nelle materie plastiche , in Svizzera e in Europa

Plasturgica è leader in Svizzera e in Europa nel PLASTIC UPCYCLING e , oltre a svolgere attività di trading in materie plastiche in ogni sua forma fisica-chimica dalle materie vergini e prime , prime-seconde , di riciclo , riconvenzionate , interi , macinati , granulati , polverizzati , di ogni grandezza e peso , nel settore plastico , ci occupiamo di costruzione di macchine selezionatrici di materiali , e produzione di articoli in materiale counpondizzato derivante principalmente da materiale riciclabile

Plasturgica è il ramo d' azienda della MR GROUP SUISSE SA che offre un’ampia gamma di servizi e prodotti upcycling .

L' UPCYCLING è il processo di conversione di materiali di scarto o prodotti inutili , in nuovi materiali o prodotti di migliore qualità o per una migliore valore ambientale

A differenza del
"riciclaggio" , considerato un "downcycling" , dove tutto và distrutto per essere ricostruito , l' "upcycling" è quando si vuole trasformare un materiale non più utilizzato ma riutilizzabile , nella costruzione di nuovo oggetto , per mezzo della creatività , scienza e tecnica .

Il concetto di upcycling è dunque ben definito e soprattutto ben distinto dal più comune concetto recycling , che invece descrive un processo industriale di trasformazione di rifiuto.

Una distinzione così evidente, che anche graficamente è distinguibile .

Il simbolo dell' upcycling , che nelle sue varianti di triangolo è un "cerchio" che non si chiude ( a differenza di quella del riciclo che normalmente si chiude ) , cioè viene collegato al concetto di "riuso creativo" e dove ogni materiale possa sempre ricominciare da zero , senza confonderlo in "riciclo creativo" assimilato al processo industriale necessario a trasformare un rifiuto in una materia nuovamente lavorabile.


Nel ns SHOP - PLASTURGICA potrete trovare i materiali in pronta consegna o in arrivo .




Cerchi materiale in plastica ?

Cerchi un selezionatore
di materiale ?

Cerchi consulenze sulla produzione
di prodotti in plastica ?

Vuoi parlare con noi di
UPCYCLING ?

o di DOWNCYCLING ?


Vuoi vendere i tuoi scarti
di materiale in plastica ?




CONTATTACI





GUADAGNA , RISPARMIANDO SULLA TARES E LA GESTIONE DEL MATERIALE RACCOLTO CON NOI !

CON I NOSTRI COMPATTATORI HAI DIRITTO A CHIEDERE LA

RIDUZIONE SULLA TARES

Verifica che il Tuo COMUNE applichi la riduzione prevista dalla legge




Sei un COMUNE o PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ?
CHIEDI la nostra consulenza per aumentare la raccolta differenziata
e RISPARMIARE con l' adeguamento del Regolamento Comunale .
E' un nostro Servizio GRATUITO



VUOI DIVENTARE
NS PARTNER ?

from PLASTIC to DIESEL





SCARICA LA
PRESENTAZIONE


IMPORTANTE


Sentenza di Cassazione Penale ITALIANA n. 8018/2012


Responsabiltà penale per culpa in diligendo al produttore di rifiuti sull' incauto affidamento a terzi per lo smaltimento non conforme .

"Il produttore risponde dell' incauto affidamento . L' affidamento a terzi dei rifiuti da smaltire comporta precisi obblighi di accertamento per il produttore che li consegna , pena l' affermazione della responsabilità penale per "culpa in diligendo" ".

Infatti , come sottolinea la Corte di Cassazione ( sentenza 8018/2012 ) , il produttore/detentore del rifiuto deve verificare l' affidabilità del terzo e l' esistenza in capo al medesimo delle necessarie autorizzazioni e competenze per l' espletamento dell' incarico .

ll detentore dei rifiuti ha infatti l' obbligo di disfarsene in conformità delle prescrizioni dettate dall' articolo 188 del Dlgs 152/2006 ( cd. Testo Unico Ambientale ) e per tale motivo "lo stesso risponde , a titolo di colpa in concorso con i terzi non autorizzati cui abbia incautamente affidato lo smaltimento dei rifiuti stessi ".

( = CONDANNA PENALE ; 6 MESI DI RECLUSIONE )




Torna ai contenuti | Torna al menu