0 Elementi

Cos’è il MUD ?

E’ il Modello Unico di Dichiarazione ambientale

Il 26 settembre 2020 è nato il Registro Elettronico Nazionale per la Tracciabilità dei Rifiuti.

Convertito in Legge il D.L. 135/2018 che abroga il SISTRI e istituisce il Registro Elettronico Nazionale per la Tracciabilità dei Rifiuti.

Adesso si attende il Decreto Ministeriale che regolamenterà termini d’iscrizione, regole organizzative e funzionali, adempimenti (anche economici) per gli operatori e norme sanzionatori.

Il modello di dichiarazione ambientale, allegato al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 24 dicembre 2018, pubblicato nel Supplemento ordinario n. 8 alla Gazzetta ufficiale – serie generale – n. 45 del 22 febbraio 2019, è confermato e sarà utilizzato per le dichiarazioni da presentare, entro il 30 aprile 2020, con riferimento all’anno 2019.

Il Modello deve essere presentato dai soggetti tenuti all’adempimento entro il 30 aprile di ogni anno. L’invio del MUD alla Camera di Commercio competente dovrà avvenire esclusivamente per via telematica all’indirizzo www.mudtelematico.it.

Fanno eccezione le seguenti comunicazioni:

– Comunicazione Rifiuti Semplificata: la compilazione avviene inserendo i dati nel portale mudsemplificato.ecocerved.it, mentre la presentazione avviene via PEC all’indirizzo comunicazionemud@pec.it

– Comunicazione Rifiuti urbani, assimilati e raccolti in convenzione: la presentazione deve avvenire esclusivamente tramite il sito www.mudcomuni.it

– Comunicazione Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche: la presentazione deve avvenire esclusivamente tramite il portale dedicato, raggiungibile dal sito www.registroaee.it

– Comunicazione Imballaggi, Sezione Consorzi: la compilazione deve avvenire esclusivamente tramite il software MUD predisposto da Unioncamere e reso disponibile tramite i siti indicati nella nota introduttiva all’allegato 4 del decreto. La comunicazione viene trasmessa esclusivamente in via telematica tramite il sito www.mudtelematico.it

Tra le principali novità introdotte con il nuovo Modello, l’obbligatorietà dell’invio in forma telematica o tramite PEC della “Comunicazione Rifiuti” in forma semplificata e della “Comunicazione Rifiuti Urbani”. Viene sancita l’impossibilità per queste due comunicazioni di invio tramite raccomandata, in forma cartacea o su supporto magnetico (Nastro, Floppy Disk, CD, DVD).

Altre novità riguardano la “Scheda autorizzazioni” della Sezione anagrafica, molto più articolata rispetto al passato e obbligatoria per tutti gli impianti autorizzati alla gestione dei rifiuti.

Rimangono immutate le informazioni da comunicare, le modalità per la trasmissione, nonché le istruzioni per la compilazione del modello.

Sono confermate le novità in termini di adempimenti introdotte già con il DPCM 28 dicembre 2017, quali:

1) Tutti i soggetti in possesso di autorizzazione allo svolgimento di attività di recupero o smaltimento rifiuti dovranno comunicare, tramite la scheda SA-AUT, una serie di informazioni relative alle autorizzazioni.

2) La Comunicazione Rifiuti Semplificata dovrà essere compilata esclusivamente utilizzando l’applicazione disponibile sul sito Comunicazioni Rifiuti Semplificata e non potrà essere compilata manualmente e spedita a mezzo posta.

3) Il Conai dovrà comunicare, per via telematica, alla Sezione nazionale del Catasto dei rifiuti i dati sull’utilizzo annuale di borse di plastica di materiale leggero, acquisiti dai produttori e dai distributori di borse di plastica, in attuazione di quanto previsto dall’articolo 220-bis del decreto legislativo n. 152/2006, recante “Obbligo di relazione sull’utilizzo delle borse di plastica”.

Le seguenti Comunicazioni devono essere presentate esclusivamente via telematica:

Comunicazione Rifiuti

Comunicazione Veicoli fuori uso

Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche

Comunicazione Imballaggi, sezione Consorzi

Comunicazione Imballaggi, sezione gestori rifiuti da imballaggio

La spedizione telematica alle Camere di commercio deve essere effettuata tramite il sito www.mudtelematico.it.

Le modalità da seguire per la presentazione del Modello Unico di Dichiarazione ambientale (MUD) e i tracciati record utili alla presentazione con modalità informatica sono presenti nell’allegato 4 .

Per maggiori info sulla compilazione e altre ( per lo più dal lato pratico ) vi invitiamo a visitare i siti www.ecocamere,it e www.mudtelematico.it